Il nostro Market

Search our Site

market


Market Accessori

Dalla Concessionaria Fly Camper puoi trovare un vasto assortimento di Accessori per il tuo veicolo, un'ampissima gamma di materiale da campeggio e tantissimo altro ancora...

Servizio garantito e professionale.

Vasto assortimento vieni a trovarci!


Contattaci per qualsiasi necessità cercheremo di soddisfare la tua esigenza trovando la soluzione che fa al caso tuo!

POSSIBILITA' DI SPEDIZIONI MATERIALE

Contattaci

Lo scambiatore automatico di bombole del gas è uno degli accessori più utili sul camper: integrato con il crash sensor, permette anche di viaggiare  (in tutta Europa) con il riscaldamento della cellula acceso.

 

Una delle esperienze più frustranti e avvilenti, capitata praticamente a quasi tutti i camperisti neofiti prima di farsi un po’ "le ossa" sul campo, è quella dell’esaurimento del gas nella bombola. Per la logica che vuole il destino accanirsi nelle sventure, la possibilità che tale problema capiti di notte al freddo quando stiamo dormendo o d’estate al caldo quando siamo lontani dal camper, è praticamente quasi una certezza. Risultato: cambio della bombola al gelo usciti dal letto caldo o freezer scongelato con conseguenze disastrose. Fortunatamente questi scenari stanno diminuendo di frequenza, complice l’ormai alta probabilità che l’autocaravan sia dotato di scambiatore automatico di bombole: al finire del gas in una, si commuta automaticamente sull’altra ancora piena e del cambio, di fatto, non ce ne accorgiamo neanche, salvo andare a verificare poi di giorno nel gavone apposito. Cosa da tenere bene a mente, perché se non abbiamo all’interno della cellula il display che ce lo segnala o i più recenti sistemi di verifica tramite app del telefonino, entrambi molto meno diffusi dell’accessorio tecnico che si monta nel vano bombole, il guaio grosso è assicurato. Finita la seconda bombola - e se siamo in montagna al freddo la cosa può avvenire con una velocità inaspettata specie se non abbiamo ancora una nostra misura “a occhio” data dall’esperienza - non c’è scambiatore che ci possa aiutare e, se non abbiamo un’altra bombola reperibile rapidamente o a portata di mano, prepariamoci a dormire con una coperta in più o a mangiare in pizzeria… 

Gestire il flusso del gas


I camper più vecchi dispongono in genere del solo riduttore di pressione, come nelle vecchie cucine casalinghe. Se si utilizza l’impianto gas del camper o della caravan solo a veicolo fermo, è sufficiente un regolatore per una o due bombole senza crash sensor. Riduce la pressione della bombola in modo affidabile a 30 mbar e soddisfa i massimi standard di sicurezza. Dal gennaio 2007 è diventato obbligatorio per le case costruttrici dotare i nuovi camper di un dispositivo di intercettazione di sicurezza che impedisca la fuoriuscita accidentale del gas in caso di rottura delle tubazioni a seguito di incidenti. Il Secumotion Truma è stato il dispositivo principe per questo aspetto, sempre in abbinamento a tubi flessibili ad alta pressione. Esso garantisce la pressione costante del gas in uscita verso le apparecchiature del camper a 30 mbar con pressione di entrata compresa tra 0,6 e 16 bar. In caso la pressione a valle del dispositivo scenda sotto i 27 mbar, ad esempio per la rottura di un tubo, Secumotion interrompe il flusso, impedendo al gas di uscire liberamente con le pericolosissime conseguenze che si possono facilmente immaginare.

Per molti anni l’abbinamento classico è stato con il DuoComfort, ossia lo scambiatore per utilizzare le due bombole in modalità automatica: al finire della prima, il dispositivo si commuta sulla seconda senza necessità dell’intervento manuale di scambio o rotazione della manopola di comando (se posizionato su tale funzione, è sempre possibile infatti lasciare chiusa una bombola e ruotare manualmente il comando). Un'opzione che era più spesso riservata a veicoli di fascia alta dato l’inevitabile costo aggiuntivo o da applicare in un secondo momento come after-market. Attualmente, questi dispositivi, peraltro ancora reperibili sul mercato, sono stati di fatto sostituiti dal DuoControl Truma, disponibile nelle due versioni Standard o CS, ossia con Crash Sensor integrato (in caso di incidente con velocità di impatto di 15-20 km/h contro un ostacolo fisso, il crash sensor arresta immediatamente il flusso di gas e può essere facilmente riarmato dopo). Particolarmente comodo come il predecessore DuoComfort, consente di commutare automaticamente la bombola vuota (quando scende al di sotto di 0,5 bar di pressione) con la bombola piena, liberandoci dalla schiavitù della sostituzione delle bombole che finiscono all’improvviso, come abbiamo appunto sottolineato, lasciandoci il tempo di farlo con calma e non in situazione di emergenza.

La versione con Crash Sensor permette di utilizzare il dispositivo anche in viaggio, in modo da poter tenere acceso il riscaldamento. Esiste per entrambe le versioni, per collocazione sia orizzontale che verticale, a seconda delle necessità di spazio del gavone che ospiterà le bombole. Si tratta di un accessorio comodo, ormai spesso di serie sui camper più accessoriati o compreso nei pacchetti opzionali. Truma DuoControl può funzionare anche con una sola bombola del gas. Le valvole antiritorno integrate nei bocchettoni d’ingresso impediscono la fuoriuscita di gas dal bocchettone libero. In caso di funzionamento con una bombola, è necessario chiudere l’ingresso libero con un coperchio cieco. La portata del regolatore di pressione del gas di 1,5 kg/h è progettata per il consumo massimo; non occorre quindi calcolare né le utenze, né la portata dell’impianto gas. Può essere utilizzato in tutta Europa senza limitazioni. Da sempre la stragrande maggioranza di questi dispositivi è firmato Truma o GOK, ma c’è da segnalare che sul mercato esistono altri dispositivi simili, in particolare scambiatori automatici di bombola comprensivi di regolatore di pressione a 30 mb, omologati per l’uso sul camper con attacchi compatibili Truma per passo e filettatura Italia.

Gli accessori


Gli scambiatori di bombole Truma possono essere integrati da vari accessori che ne rendono l’uso ancora più comodo e pratico. Primo fra tutti l’indicatore DuoC, che consente di vedere, sul display installato all’interno della cellula, quale delle due bombole stia funzionando e se una delle due sia già esaurita con Led di facilissima interpretazione (verde/rosso), eliminando il piccolo fastidio di verificare frequentemente (specie se si sta in montagna, quando il consumo di gas è elevato) se lo scambiatore stia già attingendo dalla seconda bombola, verificando i pulsanti meccanici sul DuoControl. Questo dispositivo è integrabile anche con il sistema EisEx, riscaldatore per il sistema di regolazione della pressione che, in caso di freddo molto intenso, può bloccarsi per il gelo. Altro accessorio di comando dall’interno della cellula, l’interruttore a distanza che consente di chiudere la bombola con un semplice click su un pulsante, in modo da non dover scendere a ruotare manualmente la manopola del rubinetto della bombola gas. Per mantenere sempre in forma il regolatore/scambiatore, è possibile poi integrare sui tubi flessibili i filtri che proteggono l’impianto dalle impurità del gas, presenti in forma di goccioline oleose che tendo a risalire in forma volatile nel flusso di gas, andando a sporcare i regolatori, con il rischio di intasarli. Dotati di cartucce molto facili da sostituire, trattengono fino al 99% delle impurità, garantendo lunga vita all’impianto. L’ultimo accessorio, in termini di tempo, presentato da Truma alle fiere del 2017 e già ampiamente illustrato da CamperLife, è il Level Control, che consente di sapere sempre quanto gas c’è in una o due bombole attraverso una specifica app del telefonino e che sarà oggetto di un più approfondito test nei prossimi mesi.

Qualche consiglio
Ricordiamo innanzitutto che le bombole hanno filettatura rovesciata, per cui i raccordi si avvitano e si svitano in senso contrario rispetto a quasi tutti i bulloni (salvo alcune filettature particolari come certi specchietti delle moto ad esempio), ossia si svitano in senso orario e si avvitano in senso antiorario. Lo scambiatore del gas deve essere posizionato perpendicolare rispetto al terreno per la versione verticale, e parallelo al terreno per la versione orizzontale, perché altrimenti la valvola di sicurezza sullo scambiatore non lavorerebbe correttamente. Deve essere inoltre installato più alto di qualche centimetro rispetto al corpo delle bombole. I tubi ad alta pressione hanno dei pulsanti di sicurezza che vanno tenuti premuti per qualche secondo finchè non si sente il gas fluire, questa operazione va fatta alla prima installazione o ad ogni cambio di bombola (se abbiamo lasciato una delle due chiusa); occorre avere un po’ di pazienza perché l’impianto potrebbe essersi svuotato e ci potrebbero volere alcuni tentativi per rimetterlo in pressione: tenere acceso un fornello per qualche decina di secondi aiuta molto questa operazione.