METE & ITINERARI

Search our Site

61. Cortina d'Ampezzo foto www.bandion.it

In attesa dei Mondiali di Sci Alpino del 2021 e delle Olimpiadi Invernali del 2026 andiamo a scoprire, curva dopo curva, una delle località più famose e blasonate delle Dolomiti.

Tornata alla ribalta la scorsa estate con la nomina – insieme a Milano – a sede dei giochi olimpici invernali 2026, Cortina d’Ampezzo non ha bisogno di presentazioni. Già dalla carta geografica appare davvero come una regina, coronata com’è dalle cime dolomitiche delle Tofane a nordovest, del Lagazuoi, del Falzarego, delle Cinque Torri e della Croda da Lago sul versante occidentale e del Pomagagnon, del Cristallo, del Faloria e del Sorapis su quello orientale. La cittadina si raggiunge da sud percorrendo l’autostrada A27 fino a Pian di Vedoia e poi proseguendo lungo la SS51 (in tutto settanta chilometri da Belluno); da ovest si può percorrere la SS48, un tempo chiamata la Grande Strada delle Dolomiti che dal 1909 collega questa la cittadina – attraverso i passi Falzarego e Pordoi – alle valli di Fiemme e di Fassa. Dalla Val Pusteria, infine, si prende a Dobbiaco la SS51 fino al Passo Cimabanche (da Dobbiaco a Cortina la distanza è poco più di una trentina di chilometri).

I campi base per la sosta sono i campeggi a sud e a nord: lo storico camping Olympia, sulla strada per Dobbiaco, e i tre camping nell’abitato di Campo di Sotto, una zona tranquilla attraversata dal torrente Boite; come abbiamo potuto verificare, tutte le strutture sono ben collegate con i trasporti pubblici al centro cittadino e alla partenza degli impianti sciistici, rendendola davvero – a dispetto di quanto si potrebbe pensare – una località a misura di camper.

Va subito detto che alcuni degli impianti sciistici che si sviluppano dal centro di  Cortina – quelli per le Tofane e per il Faloria-Cristallo – furono inaugurati nelle Olimpiadi del 1956 e riammodernati nei decenni successivi; in attesa di ulteriori lavori in vista dei due appuntamenti con i Mondiali di Sci Alpino del 2021 e delle Olimpiadi Invernali del 2026, regalano comunque atmosfere e suggestioni del passato e conducono su piste perfettamente tenute immerse nell’austero splendore delle guglie dolomitiche delle Tofane e del massiccio del Cristallo.

Fonte: https://www.pleinair.it

Link: https://www.pleinair.it/cortina-d-ampezzo-inverno-in-camper-e-sci/