METE & ITINERARI

Search our Site

La magìa della Germania attraverso tre città: un tour tra Monaco, Berlino e Norimberga, per scoprire castelli, boschi splendidi e metropoli cosmopolite, piccoli borghi e musei d’avanguardia

Ricomincio da tre

Considerata una delle maggiori potenze mondiali, nonché centro finanziario dell’Unione Europea, la Repubblica Federale di Germania è una nazione ricca di testimonianze storico-artistiche, dove tradizione e modernità convivono in armonia. La Germania è un paese che ha molto da offrire al visitatore: da una parte paesaggi fatati caratterizzati da castelli, piccoli borghi medievali e foreste custodite gelosamente, dall’altra moderne e cosmopolite città all’avanguardia che pullulano di musei, gallerie, atelier all’ultima moda e un’invidiabile vita notturna. 

MonacoBerlino e Norimberga sono tre affascinanti città, che permettono di scoprire le varie facce di questo paese. In tutte e tre i trasporti pubblici sono comodi, veloci e, neanche a dirlo, puntuali. E il camper? Il camper rimane nelle apposite aree, pronto ad accogliervi la sera e a spostarsi per condurvi alla scoperta della meta successiva mentre, utilizzando i mezzi di trasporto o spostandovi in bici o a piedi, scoprirete le meraviglie che questa terra ha da offrire.  

Tra tradizione e innovazione: Monaco di Baviera 
Conosciuta principalmente per la birra che sgorga a fiumi durante l’OktoberfestMonaco è una delle città più cosmopolite della Germania e di tutta l’Europa, caratterizzata da un’atmosfera vivace e inebriante. È la città tedesca con il maggior numero di teatri, a cui si aggiungono una grande quantità di musei e giardini, primo fra tutti l’Englischer Garten, il giardino degli inglesi, il polmone verde della città nonché uno dei più grandi parchi d’Europa e del mondo (basti pensare che ha una superficie maggiore di quella di Central Park, a New York). 

Per spostarsi facilmente da un posto all’altro della città è consigliabile usare l’efficiente metropolitana, che raggiunge capillarmente ogni angolo dell’abitato, dopo aver acquistato la Munchen City Tour Card ( www.citytourcard.com) comprendente facilitazioni per l’ingresso ai musei o, temperature permettendo, per gli amanti della bicicletta, affittare una bici attraverso il sistema Call-A-Bike, gestito dalla Deutsche Bahn, il servizio ferroviario nazionale, e percorrere così i 200 km di piste ciclabili che attraversano la città. Per farlo è necessario iscriversi al sito web della Deutsche Bahn (info: www.muenchen.de). Il centro storico è l’esempio perfetto di come il passato e il presente di Monaco facciano parte di un unico armonioso contesto. La Frauenkirche, la Cattedrale di Nostra Signora, che domina lo skyline della città, è un imponente edificio in stile gotico dall’aspetto cupo, con due torri gemelle sormontate da cupole a cipolla in ottone, miracolosamente sopravvissute ai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale. Non lontano da qui si trova la splendida e affollata Marienplatz, conosciuta anche come il “salotto” della città, per via dei numerosi luoghi di ritrovo, che ospita due degli edifici più importanti di Monaco, l’Alte e il Neue Rathaus, il vecchio e il nuovo municipio. 
 

L’elegante piazza dà il meglio di sé durante il periodo natalizio quando, dal 25 novembre al 24 dicembre in occasione del Christkindlmarkt, il mercatino natalizio per eccellenza, si riempie di casette in legno illuminate, dove vengono venduti manufatti artigianali di vario genere e preparate gustose specialità gastronomiche. Avvolti da profumi che richiamano mondi fiabeschi, sarà impossibile resistere alle specialità gastronomiche della cucina bavarese, mele al forno, cioccolata calda, vin brûlé, mandorle, marzapane, biscotti e, ovviamente, ottima birra. Per rendere l’atmosfera ancora più magica, ogni pomeriggio alle 17.30 dal balcone del Municipio, si diffondono le note delle musiche natalizie. Dopo aver assistito al piacevole spettacolo, spostatevi nell’area nord di Monaco, facilmente raggiungibile anche a piedi, dove si trova il famoso Kunstareal, il quartiere dei musei, realizzato nella prima metà dell’800 con l’intento di concentrare in un’unica zona della città le istituzioni che ospitavano opere d’arte provenienti da tutto il mondo. Al suo interno si trovano le tre più importanti pinacoteche di Monaco: Alte PinakothekNeue Pinakothek e Pinakothek Der Modern. In quanto a musei Monaco non ha niente da invidiare ad altre città europee, non mancate quindi di visitare il Deutsches Museum, il più grande museo scientifico e tecnologico del mondo, che sorge su una piccola isola nel fiume Isar che attraversa la città, dove potrete assistere a diverse attività interattive e a interessanti dimostrazioni (www.deutsches-museum.de/). Per vivere a fondo un’esperienza in stile bavarese, non potete fare a meno di cenare in una delle numerose birrerie tipiche, accompagnando i tradizionali wurstel con crauti a una delle sei storiche birre della città (Paulaner, Spaten, Hofbrau, Hacker-Pschorr, Augustiner e Lowenbrau). Oltre alla birreria più famosa del mondo, la Hofbrauhaus, sono consigliate la Augustiner e il Der Pschorr, entrambe in zone centrali. 

Berlino, la città del futuro 
Gallerie d’arte contemporanea, caffè letterari, edifici futuristici e un’intera isoletta formata da soli musei (tra cui il famoso Pergamon): ecco le meraviglie della capitale tedesca che, con i suoi capolavori architettonici, vi lascerà a bocca aperta. 
 

L’assetto urbano di Berlino è organizzato in modo tale da poter visitare le principali attrazioni in breve tempo, pur essendo una grande metropoli. A ciò contribuisce il fatto che la città è dotata di un super efficiente sistema di infrastrutture di trasporto, prima fra tutti la metropolitana (per info su costi e abbonamenti: www.bvg.de). L’alternativa anche qui è spostarsi in bicicletta: il sistema di piste ciclabili della capitale tedesca è altamente sviluppato, i ciclisti costituiscono una grande percentuale del traffico cittadino e utilizzano un percorso di circa 620 km di piste ciclabili che si snodano per la città (per info su noleggio: www.berlinfahrradverleih.com). Iniziate il vostro tour di Berlino dalla gigantesca Alexanderplatz, luogo cardine di incontro, circondata da famosi edifici tra cui svetta la Fernsehturm, la torre della televisione, nonché la costruzione più alta della città e seconda in Europa. Non lontano da qui si trova il Berliner Dom, il Duomo di Berlino, distrutto durante la Seconda Guerra Mondiale e restaurato negli anni ‘70. La chiesa si trova all’interno del Lustgarten, il giardino dei piaceri, che nelle giornate estive si trasforma nel luogo di relax prediletto dai berlinesi. Proseguendo verso ovest, dopo aver percorso l’elegante Unter den Linden, il lungo viale su cui affacciano storici edifici berlinesi come il palazzo neoclassico sede dell’Università Humboldt, si giunge alla Porta di Brandeburgo, incastrata tra il Mitte e il parco Tiergarten, unica delle originarie diciotto porte della città. In questa stessa zona sorge il Reichstag, il Parlamento tedesco, vero e proprio capolavoro dell’architettura. La grande cupola di vetro e acciaio, disegnata dall’architetto Norman Foster, ospita ogni giorno centinaia di visitatori attratti dal magnifico panorama che si gode dall’ultimo piano. L’ingresso è gratuito, ma per accedervi è necessario registrarsi prima sul sito ufficiale ( visite.bundestag.de). Percorrendo l’Eberstrasse, che costeggia il parco Tiergarten, si raggiunge il Monumento delle vittime dell’Olocausto: 2700 blocchi di cemento di diverse misure che ricoprono un’intera piazza di 19000 mq, e che si snodano in un saliscendi labirintico che disorienta il visitatore. Un giro nella Berlino classica non può non comprendere la visita di Checkpoint Charlie, il celebre posto di blocco che, negli anni in cui la città era divisa, segnava il confine tra settore americano e sovietico. Per arrivarci, merita attraversare prima la futuristica Potsdammer Platz, colma di grattacieli tra cui il Gotham Palace, che svetta tra le torri disegnate da Renzo Piano, a cui si deve anche il nuovo disegno della piazza, e il Sony Center, l’avventuristico complesso formato da sette edifici progettati dall’architetto Helmut Jahn che comprende negozi, cinema, ristoranti, cinema e un museo. Lungo la Mulhenstrasse si trova la East Side Gallery, considerata la più lunga galleria d’arte all’aperto del mondo. Più di un chilometro di Muro decorato con murales, ormai divenuti famosi in tutto il mondo e disegnati, subito dopo la caduta del Muro, da artisti di strada giunti a Berlino da ogni parte del globo per celebrare con i loro graffiti la libertà.  
Da non perdere 
Se siete a Berlino, dovete visitare “Der maurer: the Asisi Panorama of a Divided City”: costruzione cilindrica in acciaio dell’artista Yedegar Asisi, nel cuore di Checkpoint Charlie, all’angolo tra Friedrichstrasse e Zimmerstrasse, che presenta una panoramica della vita quotidiana delle due Berlino divise dal muro (www.visitberlin.de). Se state programmando una visita alla fine di dicembre, non perdete l’ultimo dell’anno a Berlino: il più grande party della città si svolge alla Porta di Brandeburgo. Il lungo viale Festmelie, che collega la porta alla Colonna della Vittoria, per la notte del 31 dicembre si trasforma in un palcoscenico a cielo aperto, dove si esibiscono artisti famosi e attrae circa un milione di visitatori ogni anno. Nella stessa area vengono installati tendoni da festa, dove si svolgono eventi culinari ( www.visitberlin.de).

Come in una fiaba: Norimberga 
Prima di tornare in Italia merita una tappa la romantica città di Norimberga, principalmente conosciuta per gli storici eventi avvenuti durante e dopo la Seconda Guerra Mondiale, quando fu quasi interamente rasa al suolo. Norimberga fu considerata il più grande tesoro dell’Impero tedesco e al tempo stesso venne elevata a città simbolo del partito nazista, per poi divenire, successivamente, la sede giudiziaria dei processi ai gruppi di nazisti coinvolti nella Shoah. La Norimberga medievale rivive nelle chiese e nei castelli, ricostruiti in modo impeccabile dopo la guerra. La colorata e vivace Hauptmarkt, la Piazza del Mercato Centrale, ospita ogni anno il celebre Christkindlesmarkt, il mercatino di Gesù bambino, uno dei più famosi di tutta la Germania. Sulla piazza affacciano due delle maggiori attrazioni di Norimberga, la Frauenkirche, la Chiesa di Nostra Signora, un bellissimo esempio di architettura gotica e Schoner Brunnen, letteralmente la “bella fontana”, dipinta nei colori oro, rosso e verde. A nord del centro si trova lo splendido Kaiserburg, il castello di Norimberga, che ospita un museo con collezioni di armi antiche, armature e dipinti.

Informazioni utili per il camperista

Informazioni turistiche 
Ente Nazionale Tedesco del turismo: www.germany.travel.html 
Portale ufficiale del turismo per i visitatori della capitale della Germania: www.visitberlin.de 
Come arrivare 
Dall’Italia si può raggiungere Monaco di Baviera percorrendo inizialmente l’autostrada del Brennero A22, che in territorio austriaco si trasforma in A13, direzione Innsbruck. Continuare sulla A12 ed entrare in territorio tedesco, dopodiché proseguire sulla A8. La durata del viaggio è di circa tre ore. Per raggiungere Berlino da Monaco occorre percorrere la A9 diretta verso la capitale con un tragitto di circa cinque ore. La stessa autostrada va percorsa, in senso inverso, per scendere da Berlino a Norimberga. Il tragitto dura circa quattro ore. 
Dove sostare in camper 
• Monaco: in città non ci sono campeggi per soste lunghe, tuttavia ci sono diversi parcheggi per soste brevi, in particolare a sud del centro, situati in grandi aree verdi collegati al centro da autobus. Tra le aree di sosta lunga consigliate c’è quella a Sulezmos (Ohmstrasse, 6) a circa 10 km di distanza da Monaco. 
• Berlino: numerose sono le aree sosta nella capitale, in particolare segnaliamo la centralissima area a circa 3,5 km da Alexanderplatz dietro la fermata della metro e, sebbene un po’ più distante, l’area sosta in Berlin-Kreuzberg, dietro l’Ufficio Brevetti, a 30 minuti di distanza a piedi dalla Porta di Brandeburgo. 
• Norimberga: area camper all’incrocio con Frankestrasse in direzione Munchener Strasse, non lontano dal centro storico.

Per le foto di Berlino si ringrazia visitberlin.de, Portale ufficiale del turismo di Berlino; per le foto di Norimberga si ringrazia Stadt Nurnberg, Sito ufficiale del turismo di Norimberga; quelle di Monaco sono state gentilmente concesse dall’Ente Ufficiale del turismo di Monaco.

Autore: 

Francesca Masotti

Fonte: www.camperlife.it