Cerca Articoli

Newsletter

Visitors Counter

5299201
Today
Yesterday
This Week
835
2494
13145

Your IP: 34.228.143.13
Server Time: 2019-02-16 10:48:20

ITALIA: SPECIALE CARNEVALE - DAL 9 FEBBRAIO AL 10 MARZO 2019

Imola -FANTAVEICOLI 2018

Itinerari e weekend nei piccoli centri all’insegna dell’allegria e del folklore per un Carnevale a misura di pleinair. “Semel in anno licet insanire”, dice il proverbio: una volta all’anno è lecito ammattire. E quella volta coincide, in molti paesi del mondo, con il periodo carnevalesco, quando ci si può celare il volto, si può fingere di essere qualcun altro o si ha licenza di dire tutto quel che si vuole. Un tempo di sospensione e di trasgressione che cade immancabilmente nel cuore dell’inverno – l’inizio canonico del Carnevale è legato infatti alla data della Pasqua, sebbene venga anticipato in numerose consuetudini locali – come a voler annunciare, con i suoi colori e la sua allegria, il prossimo risveglio della natura primaverile.

Gli spifferi gelidi che soffiano nella Valle del Gran San Bernardo le hanno valso il soprannome di Coumba Freida, ed è senz’altro segnato dal freddo l’omonimo Carnevale della Valle d’Aosta. Le landzette sono figure bizzarre che sfilano indossando colorati costumi realizzati a mano e impreziositi da perline, lustrini e specchietti che riflettono la luce per allontanare le forze maligne. Con i volti coperti da maschere e da stravaganti cappelli adorni di fiori e nappe, si muovono al ritmo del campanaccio che portano sulla cintura, stringendo nella mano il crine di una coda di cavallo. L’origine di questo eccentrico Carnevale risale alla leggenda popolare che narra del matrimonio di due persone avanti con l’età che, provando un certo imbarazzo all’idea di presentarsi in chiesa con gli abiti della domenica, decisero di indossare indumenti inusuali. Tutti i Comuni della vallata, ognuno con la sua particolarità, si vestono a festa (9 e 10 febbraio  ad Allein,  28 febbraio e 1° marzo ad Étroubles; dal 2 al 5 marzo a Gignod; 2, 4 e 5 marzo a Roisan; dal 3 al 5 marzo a Doues; 3 e 5 marzo a Saint-Rhémy-enBosses). Per maggiori informazioni si può contattare l’Ufficio del Turismo regionale allo 0165 236627 oppure visitare il sito www.lovevda.it. Aree attrezzate a Bionaz ed Étroubles; per altre opportunità di sosta si veda il nostro Portolano.

In attesa della chiassosa sfilata con le ballerine che si scatenano a ritmo di samba, passeggiare nelle vie del centro può rivelarsi un piacevole passatempo. Le vetrine dei negozi sono addobbate con mascherine, stelle filanti, coriandoli e altri addobbi ispirati alla festa più pazza dell’anno: i commercianti ce la metteranno tutta per non sfigurare e aggiudicarsi le simpatie della giuria popolare formata dai bambini delle scuole primarie Pascoli e Guercino che premieranno l’esposizione più originale. Decidere una data per assistere al Carnevale di Cento (il 10, il 17, il 24 febbraio e il 3 e il 10 marzo) non sarà difficile se si vuole abbinare shopping e divertimento: basta scegliere la giornata del Grande Sbaracco, quando i negozi restano aperti per offrire ai clienti articoli a prezzo scontato. A metà mattinata il suo cadenzato del pandeiro decreta l’inizio dei festeggiamenti: è in quel preciso instante che la gente inizia a riversarsi su Corso Guercino dove, dalle 14.30 alle 18.30, i carri avanzeranno in base alla classifica dell’anno precedente. Ma bisognerà aspettare l’ultimo giorno per conoscere il nome del carro vincitore, assistere al tradizionale testamento e, nella Piazza della Rocca, al rogo del Tasi, la maschera tradizionale di Cento, accompagnato da giochi pirotecnici (www.carnevalecento.com). Per la sosta c’è l’area attrezzata in Via Marescalca (tel. 051 6843111); in alternativa c’è l’agriturismo La Casa di Campagna in Frazione Pilastrello (tel. 333 3524588, www.aziendagrituristica.com). Presentando alla cassa il buono sconto di 4 euro (valido per una persona) da ritagliare a pag.96, riceverete un’ ulteriore riduzione sul biglietto d’ingresso alle sfilate. Per gli iscritti al PLEINAIRCLUB l’ingresso alle sfilate è scontato: 11 euro anziché 15 

Apre le danze Cavriago (RE), che il 5 febbraio mette in scena “Tutti per uno, giochi per tutti! Finché non morte non ci separi”, una manifestazione incentrata sui giochi cooperativi, dove si perde o si vince tutti insieme. Squadre consolidate di parenti e amici o formazioni estemporanee si sfidano e si alleano nel Carnival Zombie, per sconfiggere una terribile orda di creature mostruose che si aggira indisturbata in mezzo ai vivi durante la festa di Carnevale (www.comune.cavriago.re.it). Per la sosta c’è l’area di servizio Grandi Reti in Via Pianella angolo via Brodolini, a 200 m da un centro commerciale, ben visibile dalla S.P. 513 Cavriago-Montecchio.

A Castelnovo di Sotto (RE) nelle domeniche dal 10 febbraio al 3 marzo mastodontici carri sfilano nel centro del paese (che vanta un’antica tradizione nella lavorazione della cartapesta), sotto una pioggia di coriandoli in onore della sua maschera simbolo, Al Castlein, personaggio della vita contadina di un tempo. Con l’occasione si può visitare il Museo della Maschera che raccoglie 182 pezzi risalenti al 1810 tra maschere, antichi stampi in metallo e modelli originali in gesso (www.alcastlein.it).

A Parma bambini e ragazzi sono i destinatari della lettera di divertimento inviata per posta prioritaria da CarnevArte-PARMA, che il 2 e il 3 marzo coinvolge le biblioteche, i musei civici, il Castello dei Burattini, la Casa della Musica e la Pinacoteca Stuard in un fitto calendario di merende giochi, racconti e laboratori di maschere. Basta spostarsi in Piazza Duomo per prendere parte al Carnevale in Città il 3 marzo. La partenza della sfilata dei carri alle 14.30 è l’inizio di una colorata festa itinerante che si snoda fino al Parco Ducale, dove la premiazione dei carri e la proclamazione del vincitore della manifestazione in base alla classifica stilata dal presidente della giuria Al Dsèvod (la maschera della città) è il gran finale ma anche il preludio all’incoronazione del piccolo re e della baby-regina del Carnevale (IAT, tel. 0521 218889, www.comune.parma.it, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ). C’è un’area camper in Largo 24 Agosto 1942 , 21/A (tel. 0521 710246, www.areasostacamperparma.it, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La particolarità del Carnevale di Fiorenzuola (PC) è quella di sfilare senza la maschera. Questa singolare festa, che non comporta travestimenti e affonda le radici nel tardo Medioevo, si snoda nelle strade del centro dove i carri si pavoneggiano in corteo e il pubblico improvvisa battute e sketch dialettali: l’unica regola di questa bizzarra messa in scena è quella di avere il volto scoperto (www.zobiafiorenzuola.com). L’area di servizio autostradale (A1 Milano-Napoli direzione Bologna Km 73.3) fornisce servizio di camper service.

Più sono bizzarri, più hanno chance di posizionarsi al primo posto in classifica. C’è chi assembla pezzi di vecchie biciclette, chi utilizza eliche del ventilatore, chi combina frammenti di vecchie stufe e chi costruisce una casa viaggiante su un triciclo. Se ne vedono delle belle nell’irriverente sfilata di Imola (BO) che attraversa le vie della città il 3 marzo lungo un percorso che dalla pista dell’autodromo Enzo e Dino Ferrari, prosegue su Viale Dante e Via Mazzini e termina in Piazza Matteotti. Non c’è un limite nelle dimensioni del mezzo, né regole da seguire sui materiali da usare. Basta che siano ecologici, cioè in grado di spostarsi e affrontare l’intero tragitto senza impiegare alcun tipo di carburante inquinante. Sono ammessi, dunque, soltanto veicoli a spinta, a pedali o dotati di motore elettrico o ad aria compressa. Il Comune ha approntato un fitto carnet di appuntamenti a tema per stimolare la creatività dei bambini attraverso giochi e laboratori nei maggiori luoghi di aggregazione della città, dal centro Ca’ Vaina al Teatro Stignani, dalla biblioteca dei ragazzi Casa Piani ai musei civici. Ai più piccoli è dedicata la parata in maschera del 5 marzo, Martedì Grasso, in programma in Piazza Matteotti a partire dalle 14.30, che termina con la proclamazione e la premiazione dei tre costumi più creativi realizzati con materiali di recupero. Le iscrizioni si effettuano sul posto dalle 14.30 alle 15.30 (Comune, tel.0542 602428, www.carnevalefantaveicoli.it; IAT, tel.0542 602428, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ). L’accoglienza per chi arriva in camper è curata dal gruppo Campeggiatori dell’Imolese che organizza un raduno dal 1° al 3 marzo che prevede la partecipazione alla sfilata nel primo pomeriggio di domenica, la visita guidata della città, lo spettacolo folkloristico serale del sabato e il giro dell’autodromo in camper, sempre molto apprezzato dai partecipanti. Ogni equipaggio è invitato a partecipare allo strampalato corteo in costume con una propria creazione. Motivo in più per dare sfogo alla fantasia: l’organizzazione mette in palio ricchi premi per i veicoli più originali (per informazioni e iscrizioni tel. 349 3845040,www.campeggiatorimolesi.it, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ).

Frida Khalo, il mito di Medea e delle sirene di Ulisse, i cumuli di rifiuti che stanno distruggendo l’ambiente e la prepotenza del presidente americano Trump. Sono alcuni dei temi proposti dai maestri cartapestai per il Carnevale di Viareggio (LU) quest’anno dedicato alla donna. La manifestazione – in programma dal 9 febbraio al 5 marzo – contempla cinque corsi mascherati sui viali a mare dei nove carri, feste notturne, fuochi d’artificio, spettacoli teatrali e degustazioni. Ospiti dal mondo dell’arte, dello spettacolo, dell’imprenditoria e del volontariato porteranno messaggi a favore del mondo femminile (http://viareggio.ilcarnevale.com/). In occasione dei corsi mascherati, è disponibile – solo per i camper – il parcheggio Maria Valtorta, delimitato da Via Fratti, Via Udine e Viale Einaudi, sitauato a circa 600metri dalla Terra della Repubblica (lungomare). La tariffa unica giornaliera anticipata è di 12 euro dalle 8 alle 24 nelle date 8,9,10,16,17,22,23,24 febbraio e 2,3,4,5 marzo. Pagamento tramite parcometro ubicato all’interno dell’area (monete o carta di credito). Maggiori informazioni su www.moverviareggio.it.

Le pizze onte, gusteose frittelle di Carnevale, sono protagoniste insieme ad altri dolci dell’allegra festa di Castignano (AP) che inizia il 16 febbraio con le bancarelle impilate in Piazza Umberto I, il concerto dei Pupazzi, band apprezzatissima della zona, e dj set fino a tarda notte. Il veglione in maschera a tema nelle caratteristiche grotte del centro storico il 23 febbraio anticipa la sagra dedicata ai dolci tipici della festa in programma il Giovedì  Grasso che prevede una gara a colpi di bocconi che si conclude con la proclamazione del Re Carnevale. Quest’ultimo avrà l’onore di aprire la sfilata dei Moccoli del Martedì Grasso. Da non perdere il party mascherato del 2 marzo al Teatro Comunale che include l’incursione della band Gli amici dello Zio Pecos e il dj set  (10 euro il costo d’ingresso). Bisognerà aspettare il Martedì Grasso, il 5 marzo, per assistere alla sfilata dei carri allegorici che si muovono dalle 15 lungo Borgo Garibaldi. Tutti possono partecipare ai corsi mascherati, previa iscrizione, e partecipare anche al concorso a premi per le maschere più belle, simpatiche, originali. La premiazione avverrà intorno alle 18 in Piazza Umberto I e, alle 19, tutto il paese resterà al buio per permettere a centinaia di lanterne colorate, i moccoli, di rischiarare con la loro fiammella le vie del centro. Le lanterne sono ricavate da canne intagliate all’estremità, ricoperte di carta velina colorata, con una candela fissata in mezzo. Soltanto dopo l’accensione al grido di “fora fora li moccule” parte la sfilata che si snoda in gran parte del borgo e, al ritmo di piatti e tamburi, conclude la sua marcia in Piazza San Pietro, nella parte alta del paese. Qui una litania recitata precederà il rogo dei moccoli. Per il programma completo e per avere in tempo reale tutte le news si veda la pagina facebook ufficiale www.facebook.com/carnevalestoricocastignanese/

I carnevalari di Termini Imerese (PA) modellano la creta e la cartapesta con grande talento. Ve ne accorgerete visitando la cittadina fondata dai Greci nel 648 a.C., nota per le sue acque termali che, secondo la mitologia, sgorgarono per ordine di Atena al fine di ristorare Eracle fermatosi sulle sue sponde. I carri, che sfilano il 24 febbraio, il 3 e il 5 marzo accompagnati da gruppi mascherati nella parte bassa del paese, sono animati da personaggi dell’attualità che indossano costumi stravaganti. Ma i veri protagonisti restano u Nannu ca’ Nanna, personaggi folkloristici che vengono messi al rogo la sera del 21 febbraio a Termini Alta. Percorrendo il centro storico si resta affascinati dalla bellezza dei ruderi romani, delle chiese ricche di affreschi e del duomo, che custodisce uno splendido crocifisso bifacciale quattrocentesco (Comune, tel. 091 8128500, www. ilcarnevaletermitano.it). Possibilità di sosta in Via Crisone, nei pressi del campo sportivo.

 

Fonte: www.pleinair.it

 

Link: http://www.pleinair.it/carnevale-in-camper-2019/

Contatti

Noleggio e informazioni:

0559153886


Officina riparazioni:

0559153886


Email commerciale e officina:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 


 Email servizio ricambi:

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Twitter Widget

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our Privacy Policy.

I accept cookies from this site